Chi sono

Psicologa clinica, Psicoterapeuta ad indirizzo Psicoanalitico, Sessuologa.


Mi sono laureata all'Università di Padova seguendo l'indirizzo Clinico e di Comunità perchè da sempre sono sensibilmente impegnata nei confronti dei problemi sociali e del disagio psicologico. 

I miei percorsi formativi sono sempre rimasti attinenti a questa scelta e la mia strada è proseguita in tal senso. Ho svolto numerosi tirocini in area psichiatrica, avvicinandomi alla sofferenza psichica più conclamata e interessandomi ai suoi significati clinici e ai drammi che la precedono e ne conseguono.

Parallelamente a questo ho operato direttamente sul campo del disagio familiare e sociale, spendendomi anche nel mondo dell'infanzia e dell'adolescenza e delle problematiche relative alla famiglia in difficoltà. Questa esperienza mi ha permesso di condividere "in diretta" e di entrare concretamente in situazioni sociali nelle quali la vicinanza e il supporto umano sono evidentemente il bene più prezioso che si possa mettere in campo.

In un secondo tempo mi sono avvicinata alla disabilità infantile e alla relazione, non solo con i bambini diversamente abili, ma anche con le famiglie portatrici di storie difficili e di situazioni complesse, non meno di straordinarie risorse umane, spesso non sufficientemente valorizzate.


Lungo il mio percorso accademico ho scelto di specializzarmi in Psicoterapia Psicoanalitica ad indirizzo Intersoggettivo Costruttivista. Questa scelta fu motivata dalla necessità e desiderio di portare avanti il mio lavoro, non soltanto approfondendone lo studio e la ricerca, ma acquisendo gli strumenti che mi consentissero di intraprendere dei percorsi di cura adeguati, finalizzati al raggiungimento di un maggior benessere personale e sociale, ovvero percorsi psicoterapeutici. L'incontro con questo indirizzo teorico-clinico fu davvero speciale e generoso in termini di riconoscimento e gratificazione personale e scientifica. E' infatti un approccio che valorizza la relazione come fattore terapeutico e tiene in considerazione non solo tutto ciò che pertiene alle difficoltà del paziente, ma anche quanto e come esse sono giocate nell'interazione e nelle dinamiche della relazione terapeutica, allargando il campo di studio e rendendolo ancora più ricco di preziosi spunti. Oltre a questo è l'approccio che più mi ha fatto sentire emotivamente vicina alla sofferenza umana e maggiormente in contatto con una sensibilità che è cresciuta e si è affinata nel tempo e con l'esperienza.

La tesi con cui ho scelto di concludere il percorso specialistico ha riguardato il tema dello sviluppo traumatico nelle relazioni difficili, cercando di non dimenticare l'importanza del corpo, oltre a quella della psiche, e dando molto spazio alla sua genesi infantile.


Lo studio del trauma è proseguito poi con una fondamentale esperienza lavorativa nel campo della tossicodipendenza, esperienza che tuttora perdura e mi rende costantemente, e preziosamente, immersa nei difficili vissuti e complesse questioni di ampia portata umana e clinica.


Un master in Sessuologia Clinica ha ampliato l'ambito delle mie competenze, dandomi gli strumenti per poter trattare le problematiche pertinenti a tale sfera. 


Il mio interesse clinico e di ricerca si rinnova di giorno in giorno e si esplica in vari contesti: lo studio privato, la comunità terapeutica, l'ambito accademico ed anche una pagina facebook con la quale comunico con la gente e cerco di offrire una presenza attenta ai bisogni di informazione e rassicurazione.